sabato 5 maggio 2012

Shock Politik: Se 1/5 della Francia vota Le Pen

Se domani assisteremo al decisivo ballottaggio per sedersi all'Eliseo tra il presidente uscente Sarkozy ed Hollande (i sondaggi propendono ancora per il candidato progressista, ma con un margine più ridotto, per cui attenzione alle sorprese!), la vera notizia che mina gli equilibri -già precari- dell'Europa Unita è il trionfo, oltre ogni più rosea aspettativa, del Front National di Marine Le Pen.

Il partito -è bene sottolinearlo in principio- di estrema destra, della figlia dello storico fondatore Jean Marie ha ottenuto un clamoroso 17,8% alle urne, rinvigorendo la convinzione che -qualora Sarkozy uscisse sconfitto dal ballottaggio- sarà proprio Marine il personaggio forte dello schieramento di destra alla prossima tornata elettorale, con un sensibile e preoccupante slittamento dell'asse dai democratici-liberisti conservatori verso posizioni antistoriche e retrograde.

Comprendo -e ne abbiamo un chiaro esempio con l'exploit del Movimento a 5 Stelle di Grillo (di cui ho già parlato in diversi articoli, qui il link) - l'esigenza del cittadino, quello onesto e perciò più disperato, di volgere il proprio sguardo altrove, deluso dalla politica "tradizionale" ed in cerca di una figura quasi messianica cui affidare nuove speranze e soprattutto la propria indignazione.
Ed è la rabbia il sentimento cavalcato dalla Le Pen per guidare il Paese al reazionarismo;
ma, anziché guardare in avanti, il manifesto programmatico della bionda leader sempre in nero (allusione neanche troppo velata al colore politico che la anima) propugna ideologie che si speravano superate:
regime economico autarchico, con l'introduzione di dazi il cui unico risultato sarà quello di deprimere il mercato impresario e appesantire la tasca del consumatore, come evidente a qualsiasi studioso del settore;
politica monetaria chiaramente indirizzata ad una traumatica "uscita" dall'Eurozona, senza considerare le gravose conseguenze che colpirebbero gli altri Paesi Membri;
lotta all'immigrazione spietata ed insensibile ai trattati umanitari che dovrebbero regolare i flussi migratori;
e fomentazione di odio, con persecuzioni sgradevoli ad islamismo ed omosessualità.

Risveglio in Musica... Ti lascio una canzone, Gino Paoli.

Rimaniamo in Italia, per inebriarci di un altro paroliere ed interprete sopraffino, Gino Paoli.
Con questa struggente, Ti Lascio una Canzone, in cui è accompagnato dalla potente e soave voce di Ornella Vanoni.

E voi, oggi, a chi vorreste lasciare una canzone? E perché?
Buongiorno, blog! 

(Non) ti raccomando... Maria De Filippi, alias Sabina!

Ultima puntata di Un, Due, Tre Stella (qui la recensione) ed ultima -ahinoi!- imitazione targata Sabina Guzzanti del perfido demiurgo dei mali della televisione italiana, Maria De Filippi (ecco 2 miei articoli su quell'abominio di programma -definirlo talent è un'offesa al già troppo bistrattato merito- infaustamente noto come "Amici": "La quantità al potere, pecore con telecomando" e "I mezzucci degli Amici di Maria").

G-E-N-I-A-L-E! Ed imperdibile, divertitevi!
 
Un sentito ringraziamento agli attentissimi amici di Satarlanda.eu , sempre sul pezzo.


Buonanotte, blog!

venerdì 4 maggio 2012

Calcio "nel pallone" - L'esplicita incoerenza di benpensanti in vendita.

Nel sondaggio a pie' di pagina, all'apertura del blog (a proposito, tra 2 giorni saran 30 giorni e il resoconto del primo mese non può che esser abbondantemente positivo!), mi chiesi contro quali -ipotetici, ma poi così tangibili- "mulini a vento" avrebbe dovuto scagliarsi un novello Don Quichotte.
E tra le ipotesi, quella per cui io opterei è senz'altro la deviazione massmediologica, se non altro perché -con ragionamento fieramente orwelliano- reputo la stampa lo braccio armato del potere, il primo strumento che il despota piega alle proprie volontà, in quanto l'unico in grado di destituirlo se esercitato -come dovrebbe essere- democraticamente.
L'opinionista, il giornalista, ancor di più il cronista hanno il compito inalienabile di proporre una versione della verità sempre nuova, analizzare i fatti secondo le più diverse prospettive, cercando di fare la giusta tara a quella più equidistante ed oggettiva, nei limiti -ovviamente, insuperabili ed insindacabili- della soggettività del pensiero.



L'Italia -come è evidente anche al più miope- sta velocemente destinandosi all'autodistruzione:
del welfare, della società, della politica, del pensiero, come li conosciamo.
Ciò -anche- perché non siamo stati in grado di esprimere -mettere al posto giusto, forse non per colpa nostra!- menti, benpensanti non solo nella vacuità delle parole, ma nella consistenza dei fatti.
La coerenza nelle e delle proprie idee, l'orgoglio della propria integrità sono valori che ci è certamente difficile rintracciare nel mondo del giornalismo nostrano: viceversa, viscida prostrazione, massificazione del pensiero e assoluta penuria di originalità affollano molte redazioni.

Risveglio in Musica... L'ombra della Luce, Battiato


Ho aspettato qualche settimana prima di arrivare al Maestro, Franco Battiato.
E come sua prima canzone, credo sia giusto proporre quella che -per sua stessa ammissione- l'ha "impegnato" di più.
Melodico come sempre, intenso come pochi e controverso.


Voi che ne pensate?
Questa canzone, a prescindere dal testo (condiviso o meno), mi emoziona profondamente.


Buongiorno, blog!

giovedì 3 maggio 2012

Ti raccomando ... Pericle e la favola di Berlusconi, Paolo Rossi!

Appuntamento quotidiano con la satira. Per chi volesse recuperare le altre puntate, clicchi su "Ti raccomando" nell'indice sotto l'intestazione. 
Chi, invece, volesse collaborare mi suggerisca pure il suo sketch preferito, sarà molto gradito e pubblicato nelle prossime rubriche!


Paolo Rossi, di cui -purtroppo- si stan perdendo le tracce negli ultimi anni.
Ringraziamo Fazio per avergli concesso una seconda giovinezza televisiva.
E Sky, cui approderà a breve con il suo nuovo show.



E pensare che Berlusconi di barzellette ne sa anche di migliori...
"Quando ti vedo, approfitto delle tue labbra dolci" - così chiosa Berlusconi alla sua "amica" MarySthell nell'audio di un'intercettazione risalente alla fine del 2010... [L'Articolo Continua Qui]

Parola a ... Num3r1 - La spesa pubblica in Italia

Nuova rubrica in video, per dare spazio a monologhi, dibattiti e approfondimenti più interessanti degli ultimi 7 giorni.

Iniziamo con la puntata di Num3r1 sulla spesa pubblica (qui la recensione):
analisi chiara, lucida e didascalica con cui farsi un'idea più sostanziata su un problema così drammaticamente attuale.
Vi consiglio di seguire anche solo l'impostazione del primo grafico, nei primi minuti, per capire l'estrema semplicità con la quale vengono trattati i temi di puntati, senza -per questo- ridurne l'analiticità.


Il video -poichè il player Rai è troppo ingombrante- dopo il salto:

Sul trionfo di Mourinho.

3 reti al Bilbao nel suo calientissimo stadio per la 32a Liga del Real Madrid, squadra amata da molti, e odiata da più, interisti in primis: come non ricordare gli incontri-scontri degli anni '80?
3 reti per un totale di 115, a fronte di solamente 30 subite, per una fantasmagorica differenza reti di +85.
17 partite nel girone di ritorno con l'irripetibile score di 15 vittorie e 2 pareggi immeritatissimi (avrebbero dovuto essere vittorie, anche nette!).
3 punti per un totale di 94, e la prospettiva -clamorosa!- di giungere a 100, ponendo fine alla più lunga (e noiosa, si può essere politicamente scorretti?) dittatura del calcio moderno.

Ed oggi, in Italia, si sente parlare -neanche troppo sottovoce, come pudore vorrebbe- di fortuna, aiuti e gioco pessimo.
Gioco pessimo!
Mi chiedo -dunque- se si sia visto giocare, una sol volta, questo Real.
Squadra solida, fenomenale nelle ripartenze e miglioratissima nel possesso, capace di schiacciare nella propria metà campo ogni avversario (anche il Barça per un tempo abbondante).
Oltre 80 reti dagli attaccanti, inserimenti continui ed imprevedibili delle mezz'ali, terzini di spinta come non se ne vedevano da anni, a scapito anche dell'organizzazione difensiva -come detto, buona- ma meno efficace dell'anno scorso e delle passate squadre dell'allenatore portoghese.

Risveglio in Musica... Briciole di Noemi!


Si torna alla canzone italiana, questa volta con una giovane -e bravissima!- ragazza emergente: la rossissima Noemi.
Album autorali, voce graffiante e tanta gavetta, per una ragazza che vanta già collaborazioni con Fiorella Mannoia, Gaetano Curreri degli Stadio, Vasco Rossi, Morgan ed Ivano Fossati.


Laureata al DAMS di Roma, si dimostra un'artista a 360°, interprete emozionante, straordinaria cantautrice ed originale e sorprendente regista delle sue stesse clip, tra le poche originali nel panorama italiano.


Ecco la sua canzone d'esordio, Briciole. A cui sono profondamente legato, perché è stata sottofondo musicale -per circostanze fortuite, e perciò ancor più "memorabili"- di un periodo molto importante e delicato della mia vita.


Buona giornata, blog!
Buona vita!

mercoledì 2 maggio 2012

La Lega dei Cialtroni: Countdown (-3!)

Alle 20:45, le 8 partite rimanenti della 36a Giornata (ieri Chievo-Roma 0-0, che sancisce la salvezza aritmetica dei clivensi e spegne i sogni di gloria degli uomini di Luis Enrique; e Napoli-Palermo 2-0 che lancia i partenopei verso il 3° posto, con un pizzico di fortuna e la spintarella significativa di un rigore molto generoso), per cui ecco i miei pronostici:

Juventus-Lecce: 1X
Milan-Atalanta: 1
Parma-Inter: X
Lazio-Siena: Under 3,5
Cesena-Udinese: Gol
Genoa-Cagliari: 1X2
Catania-Bologna: Gol
Fiorentina-Novara: 1X


Per questa sera, seguiamo insieme i principali aggiornamenti:

Tv alla Sbarra: NUM3R1, l'informazione in tv si può!

Per leggere le precedenti recensioni:
Amici: 3,5
Grande Fratello: 3,5
Isola dei Famosi: 5
Scherzi a Parte: 6 +
The Show Must Go Off: 7,5
G'Day: 7,5
Un, Due, Tre Stella: 8,5
_________________________________________________________
Ieri notte, con una buona dose di casualità e noia, gironzolavo stancamente tra i canali delle principali reti generaliste, piuttosto scettico sul trovare qualcosa di interessante (in serata, ottimo Ranieri in versione De Filippo: il teatro in tv può e deve esistere!), e sorprendentemente ho scoperto una nuova rubrica d'approfondimento della seconda rete Rai: NUM3R1.


Tralasciando il discutibile titolo - sincero manifesto di ciò di cui si tratterà, ma originale se fossimo negli anni '80 - mi ha incollato al teleschermo per abbondanti 40' come non accadeva da tempo:
chiarezza espositiva didascalica, linguaggio settoriale e puntuale, ma alla portata di tutti;

ricchezza contenutistica, con evidente intenzione di rifuggire da quella semplificazione che troppo spesso svilisce problemi e rende più arduo analizzare criticamente situazioni in cerca di soluzioni;
e -inaspettato!- ritmo serrato, favorito da un ottimo montaggio e da servizi incalzanti e mai decontestualizzati.



Per la prima volta, assistiamo ad un programma informativo che non prevede stucchevoli dibattiti tra ospiti che sull'argomento non avrebbero nulla da dire (il criminologo per parlare di politica, il politico per parlare di culinaria, vero Vespa?), e pone al centro numeri, a cui si cerca di dare un'interpretazione, non solo nel presente, ma con un occhio alle cause del passato ed alle conseguenze nel futuro.


Risveglio in Musica... Your Song, Elton John!


Questa mattina si cambia registro:

dopo De Andrè e De Gregori, i Muse e Bowie, spazio al melenso romanticismo della splendida Your Song di Elton John.


Per i precedenti "consigli" in musica, basta consultare gli articoli correlati in fondo al post o -più semplicemente la sezione My Jukebox (ecco il link).



Buona Giornata e Buona Vita!


P.s.:
Aspetto vostri consigli per le prossime puntate...su, fatevi avanti!

martedì 1 maggio 2012

Ti raccomando... l' Architetto!


Dopo gli ultimi appuntamenti "satirici", questa sera spazio alla comicità demenziale e non-sense di Scary Movie 3, probabilmente il miglior lungometraggio della serie.

"...Allora che ne dici di affermazione contingente, significherà qualcosa no?"

Shock Politik: L'insostenibile leggerezza di Grillo

Ne avevo parlato nei giorni scorsi (ecco i link: 1 e 2!), ma da 48 ore Grillo è nuovamente al centro delle attenzioni di politica e salotti per dichiarazioni scarsamente responsabili, vagamente deliranti ed indubbiamente preoccupanti:


«La mafia non ha mai strangolato i suoi clienti, si limita a prendere il pizzo. Ma qua vediamo un'altra mafia che strangola la sua vittima».
L'unico Grillo coscienzioso.


L'indignazione è il sentimento su cui più fa leva il Movimento a 5 Stelle, ed è legittima e condivisibile in un momento storico come il nostro. E' probabilmente giusta, se intesa come strumento per scardinare il bipolarismo e ricordare a chi da anni gestisce la cosa pubblica che la politica è rappresentanza. E Grillo è un rappresentante molto popolare!
Vi sono, però, limiti di buonsenso che sarebbe implicito non travalicare.
E il comico-politico genovese, stavolta, s'è spinto preoccupantemente oltre.


Se -per screditare una politica che si scredita da sola- c'è bisogno di ricorrere ad espressioni così "violente" ed inopportune, evidentemente Grillo non ha colto la responsabilità che -ad ora- gli è stata affidata da un largo numero di "scontenti", stanchi delle ruberie istituzionali, che han trovato rifugio nella fronda a-politica del Movimento.
E tradisce la fedeltà proprio del suo elettorato, dimostrando scarsa sensibilità verso un problema atavico e doloroso, quale la morbosa e capillare diffusione di crimine organizzato ove lo Stato non arriva. Scarsa sensibilità verso chi ha visto morire i propri cari per non pagare quel pizzo che con tanto sprezzo e non curanza ha gettato nel calderone di offese e j'accuse con cui sostanzia i suoi urlatissimi comizi.

Risveglio in Musica... Perfect Day, Lou Reed!

Perdonatemi l'assenza -forzosa- di 36 ore, ma impegni programmati e non mi hanno impedito di pubblicare con la stessa regolarità, e potrebbero infastidirmi per la settimana intera.


Un grande saluto a chi è venuto a trovarmi in queste ore.


Per questa mattina -di festa e soprattutto di "diritti" per i lavoratori italiani- una canzone delicata e potente per augurarvi un giorno perfetto, nella sua semplicità.

Buongiorno a chi dedica parte della propria vita al lavoro e a chi lotta per trovarne uno...
Buona vita!

lunedì 30 aprile 2012

Ti raccomando... GiorgiaMaura, la classica (becera) talent-star della De Filippi.


Virginia Raffaele colpisce ancora.
Le sue dissacranti imitazioni continuano a pescare nel citazionismo televisivo e questa volta si soffermano sull'anti-meritocrazia di talent che non sono tali, Amici su tutti.
Assenza di contenuti, maleducazione, pietismo, originalità nulla, scarsa intonazione...eppure famosa e vincente! 
Vi ricorda qualcuno?


Divertitevi con GiorgiaMaura!

domenica 29 aprile 2012

Risveglio in Musica... Rimmel, De Gregori !


Ieri Faber (qui il link), oggi De Gregori.

Per ricordarci che la musica italiana vive ed incanta, se solo si sa dove cercarla.
Buona Domenica a tutti!


P.s.:
Ne approfitto per scusarmi della pubblicazione posticipata dell' "appuntamento con la risata", ieri sera.
Vi invito caldamente a recuperarlo, perchè personalmente è uno dei migliori sketch di Caterina Guzzanti (ecco il link)...

Ti raccomando Maria Stella G ... uzzanti!

Ti ricordo che per recuperare tutte le puntate precedenti della nostra rubrica, ti basta accedere alla sezione "Ti Raccomando" tramite l'indice sotto l'intestazione (ecco il link)!
Divertiti!
E "ti raccomando" di raccomandarmi i tuoi sketch preferiti: saranno molto graditi!


Nella nostra rubrica "per ridere", oggi ad orari marzulliani, torniamo nell'ambito delle imitazioni e facciamolo con la strepitosa Maria Stella Gelmini, versione Dr.Jekill/ Mr.Hide di Caterina Guzzanti.

Andiamo a letto con il sorriso sulle labbra,
con 10 minuti d'avanspettacolo clamorosi!
CLAMOROSI!
Buonanotte!


P.s.:

Se, invece, sei interessato alla rubrica musicale, fai un giro tra i primi titoli del "My Jukebox" (ecco il link) : sono graditi suggerimenti anche qui!